Non categorizzato

I Bisogni Educativi Speciali (BES)

LA NORMATIVA

Il 27 Dicembre 2012 è stata emanata dal MIUR la direttiva “Strumenti d’intervento per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”. 
L’esigenza delle precisazioni contenute in tale circolare sono conseguenza del fatto che la legge 170/2010, contenente le “Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico”, riconosce come disturbi specifici di apprendimento (DSA) su cui porre l’attenzione solamente la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia, mentre il panorama dei disturbi che possono comportare dei notevoli disagi negli alunni è molto più ampio.

CHI RIENTRA NEI BES?

Nei BES possono rientrare tutti quegli studenti che necessitano di un’attenzione speciale a causa di uno svantaggio sociale e culturale in cui vivono, a causa della presenza di DSA e/o disturbi evolutivi specifici, ovvero perché l’inadeguata conoscenza della lingua italiana rappresenta un ostacolo.
L’area dei Bisogni Educativi Speciali, conosciuta in Europa come Special Educational Needs, rappresenta quell’area dello svantaggio scolastico che comprende tre grandi sotto-categorie:

a) quella della disabilità;

b) quella dei disturbi evolutivi specifici;

c) quella dello svantaggio socio-economico, linguistico, culturale.

 

I DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI

All’interno dei Disturbi Evolutivi Specifici rientrano:

a) i DSA;

b) i deficit del linguaggio;

c) i deficit delle abilità non verbali;

d) i deficit della coordinazione motoria;

e) i deficit dell’attenzione e dell’iperattività.

A tal fine fu emanata la legge 170/2010 che focalizzava l’attenzione sugli alunni con DSA. Infatti, in essa vengono presi in considerazioni tutti quegli alunni con competenze intellettive nella norma o anche elevate che, per specifici problemi, possono incontrare delle rilevanti difficoltà in ambito scolastico, le quali sono causa di insuccesso. Anche se la legge nomina solo la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia, si possono includere nei DSA anche altre problematiche che in genere si presentano in alunni con competenze intellettive nella norma. Tra queste si possono annoverare:

- disturbi specifici del linguaggio;

- disturbi specifici nelle aree non verbali (coordinazione motoria, disprassia);

- disturbo dello spettro autistico lieve.

I PROBLEMI DI CONTROLLO ATTENTIVO E DELL'ATTIVITA'

La direttiva dedica una sezione a sé agli alunni con problemi di controllo attentivo e/o dell’attività, spesso definiti con l’acronimo A.D.H.D. (Attention Deficit Hyperactivity Disorder)

L’ADHD ha un’origine neurobiologica e comporta delle difficoltà di pianificazione, apprendimento e socializzazione; inoltre risulta spesso associato a un DSA.

Più frequentemente l’ADHD è in comorbilità con uno o più disturbi dell’età evolutiva causando:

disturbi oppositivi provocatori;

disturbi della condotta in età adolescenziale;

a) DSA;

b) disturbi d’ansia;

c) disturbi dell’umore.

Nel caso di studenti con ADHD con un quadro clinico grave, è necessaria la presenza del docente di sostegno. 

GLI INTERVENTI NECESSARI

Anche agli studenti con BES è necessario elaborare un percorso individualizzato e personalizzato che serva come strumento di lavoro in itinere per gli insegnanti ed abbia la funzione di documentare alle famiglie e ai servizi le strategie di intervento attuate.

E’ inoltre necessario garantire:

- l'uso di una didattica individualizzata e personalizzata, con forme efficaci e flessibili di lavoro che tengano conto anche di caratteristiche peculiari dei soggetti, quali il bilinguismo, adottando una metodologia e una strategia educativa adeguate; 

- il supporto di strumenti compensativi, compresi i mezzi di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche, nonché misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini della qualità dei concetti da apprendere.

Il tuo 5 per mille a OLTRE ONLUS

COS'E IL 5 PER MILLE

Anche quest'anno puoi destinare il 5 PER MILLE dell’IRPEF a sostegno di organizzazioni non profit. E’ diritto di ciascun contribuente: imprenditore, artigiano, commerciante, professionista, lavoratore dipendente e pensionato.
Questa scelta non comporta una spesa per te essendo una quota d'imposta a cui lo Stato rinuncia. Se non effettuerai alcuna scelta, il 5x1000 resterà allo Stato.
Il 5 PER MILLE non interferisce con la tua scelta di destinazione dell’8x1000. Si tratta di due scelte a sé stanti ed indipendenti tra loro.
Il 5 PER MILLE è la possibilità di compiere un atto di civiltà e di sostegno alla grande realtà del terzo settore che, mai come in questo periodo, necessità di operare con vigore a supporto delle nuove povertà.


5 per milleCOME SI DEVOLVE IL 5 PER MILLE

- Se presenti il Modello 730 o Unico
1. Compila la scheda sul modello 730 o Unico
2. Firma nel riquadro indicato come "Sostegno del volontariato..."
3. Indica nel riquadro il codice fiscale di OLTRE ONLUS:

910 348 401 98

- Se non sei tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi
1. Compila la scheda fornita insieme al Modello CUD dal tuo datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, firmando nel riquadro indicato come "Sostegno del volontariato..." e indicando il codice fiscale di OLTRE ONLUS:

910 348 401 98

2. Inserisci la scheda in una busta chiusa
3. Scrivi sulla busta "DESTINAZIONE CINQUE PER MILLE IRPEF" e indica il tuo cognome, nome e codice fiscale
4. Consegnala a un ufficio postale, a uno sportello bancario - che le ricevono gratuitamente - o ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialista...)


COME UTILIZZEREMO IL TUO 5 PER MILLE

- Chi siamo
L’Associazione è nata su iniziativa di un gruppo di persone sensibili alle problematiche che ruotano attorno alla DISLESSIA. Lo scopo del sodalizio è quello di mettere in campo attività finalizzate a supportare i soggetti svantaggiati da DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) e BES (Bisogni Educativi Speciali) ed a sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alle problematiche derivanti da queste importanti difficoltà educative.

- I nostri progetti

Corsi di recupero per studenti della Scuola Primaria e Secondaria. Grazie al tuo aiuto potremo acquistare materiale compensativo e dispensativo a supporto di queste importanti attività e sgravare le famiglie dai costi di compartecipazione alle spese.
Attualmente le comunità interessate dai nostri corsi sono: Rivolta d’Adda, Agnadello, Pandino, Spino d’Adda, Dovera, Scannabue, Zelo Buon Persico, Corte Palasio ed Abbadia Cerreto. E contiamo di estenderli presto ad altri Comuni del circondario.


HAI BISOGNO DI AIUTO?

Se hai dubbi su come fare la tua scelta, chiamaci al

tel. 347 88 696 11

e ti aiuteremo a compilare correttamente la tua dichiarazione.


VUOI RICEVERE UN SMS?

Se vuoi ricevere un promemoria con il nostro codice fiscale via SMS, scrivici a info @ oltreonlus.org e specifica nel Messaggio il tuo numero di cellulare.

VOLANTINO

Scarica il volantino illustrativo in formato PDF. Clicca qui

La dislessia

CHE COS'E'

La dislessia colpisce 5 persone su 100La dislessia è un disturbo specifico dell'apprendimento che colpisce i bambini in età scolare. Essa porta a difficoltà nell'apprendere i processi della letto-scrittura e più precisamente ad automatizzare la corrispondenza tra il grafema e il fonema.
Per il bambino dislessico è un grande sforzo leggere un testo e coglierne il pieno significato, memorizzare termini specifici, operare correttamente con le cifre, assimilare un metodo di studio adeguato e per questo fatica a sostenere i ritmi della classe, scontrandosi spesso con insuccessi scolastici.
 

COME SI INTERVIENE

E' fondamentale quindi intervenire già nel primo anno della Scuola Primaria dove si evidenziano le difficoltà sopra citate. Purtroppo troppo spesso la diagnosi è tardiva e gli interventi sono spesso inadeguati. Le buone capacità di apprendimento dei bambini dislessici sono supportate da un'intelligenza nella maggior parte dei casi superiore alla norma e questo fa sì che i bambini possano raggiungere il livello di istruzione che desiderano.

Prerequisito fondamentale è fornire a questi bambini gli strumenti compensativi e dispensativi adeguati al loro stile di apprendimento.

Privacy

Informativa e manifestazione del consenso del soggetto interessato al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento dell’Unione Europea n.679/2016 (“GDPR”)

 

L’Associazione Oltre ONLUS, ai sensi del Regolamento dell’Unione Europea n.679/2016 (“GDPR”), informa che i dati forniti dall’utente per mezzo di questo sito web potranno formare oggetto di trattamento nel rispetto di detta normativa. Titolare del trattamento, ai sensi del GDPR, è Oltre ONLUS, con sede a Rivolta d’Adda (CR) – Viale Ponte Vecchio, 12 – CAP 26027.

Il GDPR prevede, per la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, una serie di obblighi in capo a chi effettua "trattamenti" (cioè raccolta, registrazione, elaborazione, conservazione, comunicazione, diffusione, ecc.) di dati personali riferiti ad altri soggetti (c.d. "interessati").

Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Ai sensi e per gli effetti degli articoli 13, 23, 26 del GDPR, pertanto, Le forniamo le seguenti informazioni:

1)      Il trattamento dei Suoi dati personali di cui siamo in possesso o che Le saranno richiesti o che ci verranno comunicati da Lei o da terzi, sarà svolto per le seguenti finalità: Attività informative, inserimento in mailing list per l'invio di pubblicazioni e materiale informativo sulla nostra associazione, contatti ai fini di servizi offerti dall’Associazione ed invio risposte.

2)      Il trattamento sarà effettuato con sistemi manuali e/o automatizzati atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi, con logiche strettamente correlate alle finalità stesse, sulla base dei dati in nostro possesso e con impegno da parte Sua di comunicarci tempestivamente eventuali correzioni, integrazioni e/o aggiornamenti. Fra i sistemi usati indichiamo:

  1. Raccolta di dati tramite schede, coupon e questionari;
  2. Raccolta di dati mediante strumenti elettronici;
  3. Organizzazione in banche dati in forma prevalentemente automatizzata;
  4. Organizzazione in banche dati in forma prevalentemente non automatizzata.

3)      I dati conseguiti mediante gli strumenti informatici, verrano utilizzati solo alle finalità descritte nel punto 1.

4)      Il conferimento da parte Sua dei predetti dati ha natura obbligatoria in relazione alle diverse finalità dei trattamenti. In caso di Suo rifiuto a conferire i dati o a consentire al loro trattamento ovvero alla loro comunicazione ne potrà derivare l'impossibilità di effettuare le operazioni elencate nelle finalità, punto 1.

5)      Il titolare del trattamento è:
Ivan Losio
Presidente Oltre ONLUS
Sede legale: Viale Ponte Vecchio, 12 – 26027 Rivolta d’Adda (CR)

L'elenco degli autorizzati al trattamento dei dati è depositato presso la sede associativa ed è disponibile alla visione dei soggetti interessati.

6)      In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell'art.7 del Codice Privacy in particolare di:

  1. conoscere l'esistenza o meno di dati personali che La riguardano e la loro comunicazione in forma intelligibile;
  2. essere informato sul titolare, sulle finalità e sulle modalità del trattamento e sull'eventuale responsabile, sui soggetti o categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati;
  3. ottenere l'aggiornamento, la rettificazione o l'integrazione dei dati
  4. ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco degli stessi;
  5. opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati, salvi i limiti stabiliti dalla legge;
  6. opporsi all'invio di materiale pubblicitario o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.


Oltre ONLUS 

Chi siamo

OLTRE ONLUS

Associazione OLTRE ONLUSL’Associazione è nata su iniziativa di un gruppo di persone sensibili alle problematiche che ruotano attorno alla dislessia.
Lo scopo del sodalizio è quello di mettere in campo attività finalizzate a supportare i soggetti svantaggiati da DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) ed a sensibilizzare l’opinione pubblica in merito alle problematiche derivanti da DSA.
A seguito della Direttiva del MIUR del 27 dicembre 2012, ci occupiamo anche di studenti che necessitano di Bisogni Educativi Speciali (BES).
OLTRE ONLUS si propone di organizzare corsi di recupero, momenti di auto-aiuto, sportelli di ascolto, promuovere convegni, incontri tematici e momenti culturali, produrre iniziative editoriali.
In stretto contatto con alcuni Comuni del territorio della Bassa Bergamasca, dell'Altro Cremasco, del Lodigiano e dell'Est Milanese, dal 2012 concretizza un importante progetto denominato Insieme OLTRE le difficoltà - Doposcuola per DSA e BES dai 7 ai 19 anni, iniziativa che OLTRE ONLUS si augura di poter presto mettere in campo anche in altri territori.

OLTRE ONLUS è un'associazione costituita in Rivolta d'Adda (CR) il 30 Giugno 2011 con atto registrato in Crema il 25 Agosto 2011 ed iscritta, con Decreto del Responsabile del Servizio Politiche Sociali della Provincia di Cremona n. 298 del 22.4.2013, al foglio n. 49, progressivo n. 242, sezione A (Sociale) del Registro Generale del Volontariato - Sezione Provinciale di Cremona, ai sensi della L.R. n. 1/2008, L.R. n. 3/2008 e L.r. 5.1.2000 n. 1, art. 4, comma 46. L'Associazione ha avviato le procedure previste dal Dlgs 117/2017 (Codice del Terzo Settore) per confluire nel nuovo Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS).


Associazione OLTRE ONLUS